casalinghe sex and the city

Secondo un’indagine voluta dall’Osservatorio Differently Ri-scoprirsi donna a 50 anni, promosso da Lancaster , le cinquantenni italiane più che ‘casalinghe disperate‘, vivono in stile ‘sex and the city‘, specie dopo una separazione o un divorzio.

La voglia di aggirare il binomio menopausa-depressione riguarda over 50 di ogni estrazione sociale, così come la consapevolezza che la fine della fertilità non è più l’anticamera della vecchiaia. Anche la sessualità è vissuto in maniera più spensierata e conta molto: alla passione non si rinuncia, almeno non tutte lo fanno. Infatti non sempre la menopausa viene accompagnata dal calo del desiderio. Angelo Percivale, vicepresidente della Società Italiana di Sessuologia, afferma che nel periodo che precede e contorna la menopausa, in seguito alla diminuzione di estrogeni, nella donna avvengono dei mutamenti endocrini che causano un aumento della libido.

E alcune cinquantenni si orientano verso partner più giovani per soddisfarlo. Una tendenza “che si può spiegare dal punto di vista squisitamente erotico, osserva Antonio Fenelli, sessuologo e docente all’Associazione di Psicologia Cognitiva APC di Roma, poiché la capacità sessuale nel maschio raggiunge il suo massimo tra i 18 e i 25-30 anni, mentre per la donna ciò avviene tra i 35-40 anni. Una donna che ha una capacità sessuale più forte probabilmente si orienterà verso rapporti con uomini più giovani“.

Secondo una ricerca condotta dall’Istituto di Studi Psicologici Transdisciplinari di Roma le cinquantenni risultano essere le più infedeli: una volta su due, tradiscono il proprio partner.

In base allo studio è stato rilevato il seguente indice di infedeltà:

  • le 60enni del 38 %

  • le 50enni del 58 %

  • le 40enni del 30 %

  • le 30enni del 18 %

  • le 20enni solo dell’11% dei casi.

Salute e …peggio nun nisse.

Il Papa apprezza il nuovo clima tra le forze politiche

Il Papa riceverà il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi venerdì 6 giugno.

Intanto il Pontefice intervenendo all’Assemblea della Conferenza episcopale italiana, in corso in Vaticano ha espresso “particolare gioia” per il nuovo clima “più fiducioso e costruttivo” creatosi tra i partiti e le istituzioni in Italia ed ha invocato una “nuova stagione” per il Paese. Ciò che conforta – ha aggiunto – è che tale percezione sembra allargarsi al sentire popolare, al territorio e alle categorie sociali.

Ha poi avanzato le richieste della Chiesa verso il nuovo governo: aiuti alle scuole private, alla famiglia, alla vita.






Tra gli applausi dei vescovi il papa ha affermato che “in uno Stato democratico, che si onora di promuovere la libera iniziativa in ogni campo, non sembra giustificarsi l’esclusione di un adeguato sostegno all’impegno delle istituzioni ecclesiastiche nel campo scolastico”.

Ha inoltre detto che “occorre chiedere alle pubbliche istituzioni una politica coerente ed organica che riconosca alla famiglia quel ruolo centrale che essa svolge nella società, in particolare per la generazione ed educazione dei figli”.Forte e costante deve essere il nostro impegno per la dignità e la tutela della vita umana” – ha proseguito Benedetto XVI – “in ogni momento e condizione, dal concepimento e dalla fase embrionale alle situazioni di malattia e di sofferenza e fino alla morte naturale”.

Per il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Gianni Letta, quello del Papa è un bellissimo discorso…

Salute e …peggio nun nisse.

Viene favorito il settore sanitario privato?

Nonostante gli annunci fatti dal Pdl in campagna elettorale i medici e gli infermieri del Ssn continueranno a essere tassati come prima riguardo i loro straordinari. I tagli alla tassazione degli straordinari varati dal primo Consiglio dei ministri infatti riguardano solo i lavoratori del settore privato e con un reddito non superiore a 30.000 euro l’anno.
Per chi lavora in ospedale è difficile non fare gli straordinari: esistono infatti emergenze che non sono prevedibili, grandi problemi di organico soprattutto per gli infermieri che spesso coprono due turni di seguito.
Inoltre in questo modo si va incontro ad una disparita’ di comportamento: vengono infatti detassati gli straordinari a un infermiere che lavora in una clinica privata e non a quello che presta lo stesso tipo di opera in ospedale pubblico.

Probabilmente si vuole demotivare ancora di più chi lavora in ospedale, per favorire il settore sanitario privato a scapito di quello pubblico.

Il sottosegretario alla Salute Ferruccio Fazio ha affermato che il Governo affronterà da subito il problema delle liste d’attesa, affiancando al pubblico il privato convenzionato di un certo livello: le strutture private convenzionate che affiancheranno quelle pubbliche nel raggiungimento di questo obiettivo, saranno certificate “da un bollino d’oro”.

Salute e …peggio nun nisse.

Alcuni problemi legati al sesso

Le malattie trasmissibili sessualmente hanno una certa recrudescenza già da qualche anno.
Numerose malattie infettive si trasmettono essenzialmente durante i rapporti sessuali senza profilattico (rapporti non protetti).

Si può trattare di:

  • Malattie dovute a batteri, come la sifilide, la gonorrea o le clamidiosi;
  • Malattie dovute a parassiti, come le tricomoniasi, o a micosi (ad esempio, la candidosi);
  • Malattie dovute a virus come l’Aids, l’epatite B, l’herpes o infezioni imputabili ad un virus denominato HPV (Human Papillomavirus)

La prevenzione delle malattie trasmissibili sessualmente consiste nell’utilizzo sistematico del profilattico durante qualsiasi rapporto sessuale a rischio (ossia con un partner di cui non si può sapere con certezza se sia portatore di una malattia trasmissibile sessualmente.
L’uso del profilattico è efficace se vengono rispettate le normali condizioni di utilizzo:

  • verificare che la confezione sia intatta;
  • aprire la bustina con le dita e non con i denti o con le unghie;
  • srotolare il profilattico sul pene in erezione
  • non lubrificare mai il profilattico con una sostanza oleosa;
  • trattenere il profilattico alla base del pene al momento della sua estrazione;
  • lubrificarlo nuovamente, se necessario, utilizzando di preferenza lubrificanti a base acquosa;
  • usare un profilattico nuovo ad ogni rapporto.

In caso di rottura del profilattico (meno dell’1% dei rapporti) durante un rapporto a rischio, è necessaria una consulenza urgente per valutare con il medico specialista una cura preventiva anti–AIDS (ed eventualmente una pillola del giorno dopo). Altro mezzo di prevenzione è l’astinenza, o anche il fatto di impegnarsi esclusivamente in una relazione monogama con un partner sano.
Gli spermicidi e gli agenti battericidi, così come i dispositivi intravaginali, non risultano affatto efficaci sulle malattie trasmissibili sessualmente.

Salute e …peggio nun nisse.

C'è nell'aria qualcosa di nuovo, anzi d’antico…

Da poco c’è il nuovo governo e già il cambiamento è così evidente e forte…

Il ministro dell’Interno Maroni ha messo a punto il pacchetto sicurezza, tra l’altro inventando il nuovo reato dell’immigrazione clandestina.
Il governo cerca di evitare il “danno collaterale” del pacchetto-sicurezza con una normativa a parte per persone immigrate oggi clandestine in Italia ma di fatto occupate con funzioni di badante e di colf.

Il ministro dello Sviluppo economico, Claudio Scajola ha detto che vuole riaprire le centrali nucleari entro il 2013.

Il Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio, Gianni Letta, in coerenza con il programma previsto, ha confermato la continuità del progetto Tav in Val di Susa.

Il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega alla Famiglia, Carlo Giovanardi, ha annunciato di voler cambiare le linee guida della legge 40 apportate dall’ex ministro della Salute Livia Turco che regolava la fecondazione assistita e che reintroduceva la diagnosi preimpianto per gli embrioni. Il sottosegretario vuole inoltre “rifare il dipartimento sulla tossicodipendenza” che, sostiene, “è stato smantellato due anni fa” dal precedente Governo di Romano Prodi. Giovanardi ha detto che ”drogarsi è illecito: così come non si inquina l’ambiente non si può consentire che le persone si inquinino dentro”.

Il governo ha inserito all’ultimo momento, nel decreto di recepimento degli obblighi comunitari, l’emendamento al decreto ‘salva-infrazioni’ in materia di frequenze televisive, cioè un emendamento cosiddetto ‘salva-Rete4’. Alle contestazioni dell’opposizione, il Pdl difende l’emendamento dicendo che “non rappresenta una sanatoria e non è una norma per aggirare l’UE. Anzi, è l’esatto contrario”.

Dopo dure critiche è stata tolta la contestata modifica al codice di procedura penale, nell’ultima bozza di decreto legge sul “pacchetto sicurezza”, che avrebbe permesso a chi è imputato per reati commessi prima del dicembre 2001 di chiedere la sospensione del dibattimento per due mesi in modo di valutare se accedere al patteggiamento; c’era il sospetto che proprio il Presidente del Consiglio si potesse avvalere di questa possibilità nel caso del processo in cui Berlusconi e David Mills rispondono di corruzione in atti giudiziari.

Berlusconi ha presentato il decreto rifiuti e ha nominato Guido Bertolaso a sottosegretario alla presidenza del Consiglio con delega all’emergenza rifiuti [la nomina porta a sessantuno il numero di sottosegretari: per nominarlo, dunque, il decreto prevede una deroga alla “legge Bassanini” che fissa il tetto massimo del numero dei membri del governo a sessanta]. Bertolaso attiverà cinque siti per le discariche in tutte e cinque le province campane; queste saranno “aree di interesse strategico-militare” e verranno “presidiate dall’esercito”; “chiunque si introducesse abusivamente o impedisse l’accesso sarà punibile con l’arresto da 3 mesi a un anno. I promotori di disordini rischieranno fino a cinque anni”.

Il ministro dell’Economia Giulio Tremonti ha presentato il pacchetto fiscale che contiene l’abolizione dell’Ici sulla prima casa e la detassazione degli straordinari per i lavoratori dipendenti del solo comparto privato: la detassazione degli straordinari non è infatti prevista per tutti i lavoratori statali.

Il ministro per le Pari opportunità Mara Carfagna ha annunciato che non darà il patrocinio al Gay Pride.

Alemanno:

  • “Il fascismo? Fondamentale per la modernizzazione del Paese

  • favorevole a intitolare una strada della Capitale al leader storico del Movimento Sociale Italiano, Giorgio Almirante, di cui in questi giorni si celebrano i 20 anni dalla morte

… occorre RESISTERE! RESISTERE! RESISTERE!

Salute e …peggio nun nisse.