C'è nell'aria qualcosa di nuovo, anzi d’antico…

Da poco c’è il nuovo governo e già il cambiamento è così evidente e forte…

Il ministro dell’Interno Maroni ha messo a punto il pacchetto sicurezza, tra l’altro inventando il nuovo reato dell’immigrazione clandestina.
Il governo cerca di evitare il “danno collaterale” del pacchetto-sicurezza con una normativa a parte per persone immigrate oggi clandestine in Italia ma di fatto occupate con funzioni di badante e di colf.

Il ministro dello Sviluppo economico, Claudio Scajola ha detto che vuole riaprire le centrali nucleari entro il 2013.

Il Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio, Gianni Letta, in coerenza con il programma previsto, ha confermato la continuità del progetto Tav in Val di Susa.

Il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega alla Famiglia, Carlo Giovanardi, ha annunciato di voler cambiare le linee guida della legge 40 apportate dall’ex ministro della Salute Livia Turco che regolava la fecondazione assistita e che reintroduceva la diagnosi preimpianto per gli embrioni. Il sottosegretario vuole inoltre “rifare il dipartimento sulla tossicodipendenza” che, sostiene, “è stato smantellato due anni fa” dal precedente Governo di Romano Prodi. Giovanardi ha detto che ”drogarsi è illecito: così come non si inquina l’ambiente non si può consentire che le persone si inquinino dentro”.

Il governo ha inserito all’ultimo momento, nel decreto di recepimento degli obblighi comunitari, l’emendamento al decreto ‘salva-infrazioni’ in materia di frequenze televisive, cioè un emendamento cosiddetto ‘salva-Rete4’. Alle contestazioni dell’opposizione, il Pdl difende l’emendamento dicendo che “non rappresenta una sanatoria e non è una norma per aggirare l’UE. Anzi, è l’esatto contrario”.

Dopo dure critiche è stata tolta la contestata modifica al codice di procedura penale, nell’ultima bozza di decreto legge sul “pacchetto sicurezza”, che avrebbe permesso a chi è imputato per reati commessi prima del dicembre 2001 di chiedere la sospensione del dibattimento per due mesi in modo di valutare se accedere al patteggiamento; c’era il sospetto che proprio il Presidente del Consiglio si potesse avvalere di questa possibilità nel caso del processo in cui Berlusconi e David Mills rispondono di corruzione in atti giudiziari.

Berlusconi ha presentato il decreto rifiuti e ha nominato Guido Bertolaso a sottosegretario alla presidenza del Consiglio con delega all’emergenza rifiuti [la nomina porta a sessantuno il numero di sottosegretari: per nominarlo, dunque, il decreto prevede una deroga alla “legge Bassanini” che fissa il tetto massimo del numero dei membri del governo a sessanta]. Bertolaso attiverà cinque siti per le discariche in tutte e cinque le province campane; queste saranno “aree di interesse strategico-militare” e verranno “presidiate dall’esercito”; “chiunque si introducesse abusivamente o impedisse l’accesso sarà punibile con l’arresto da 3 mesi a un anno. I promotori di disordini rischieranno fino a cinque anni”.

Il ministro dell’Economia Giulio Tremonti ha presentato il pacchetto fiscale che contiene l’abolizione dell’Ici sulla prima casa e la detassazione degli straordinari per i lavoratori dipendenti del solo comparto privato: la detassazione degli straordinari non è infatti prevista per tutti i lavoratori statali.

Il ministro per le Pari opportunità Mara Carfagna ha annunciato che non darà il patrocinio al Gay Pride.

Alemanno:

  • “Il fascismo? Fondamentale per la modernizzazione del Paese

  • favorevole a intitolare una strada della Capitale al leader storico del Movimento Sociale Italiano, Giorgio Almirante, di cui in questi giorni si celebrano i 20 anni dalla morte

… occorre RESISTERE! RESISTERE! RESISTERE!

Salute e …peggio nun nisse.