Il Papa apprezza il nuovo clima tra le forze politiche

Il Papa riceverà il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi venerdì 6 giugno.

Intanto il Pontefice intervenendo all’Assemblea della Conferenza episcopale italiana, in corso in Vaticano ha espresso “particolare gioia” per il nuovo clima “più fiducioso e costruttivo” creatosi tra i partiti e le istituzioni in Italia ed ha invocato una “nuova stagione” per il Paese. Ciò che conforta – ha aggiunto – è che tale percezione sembra allargarsi al sentire popolare, al territorio e alle categorie sociali.

Ha poi avanzato le richieste della Chiesa verso il nuovo governo: aiuti alle scuole private, alla famiglia, alla vita.






Tra gli applausi dei vescovi il papa ha affermato che “in uno Stato democratico, che si onora di promuovere la libera iniziativa in ogni campo, non sembra giustificarsi l’esclusione di un adeguato sostegno all’impegno delle istituzioni ecclesiastiche nel campo scolastico”.

Ha inoltre detto che “occorre chiedere alle pubbliche istituzioni una politica coerente ed organica che riconosca alla famiglia quel ruolo centrale che essa svolge nella società, in particolare per la generazione ed educazione dei figli”.Forte e costante deve essere il nostro impegno per la dignità e la tutela della vita umana” – ha proseguito Benedetto XVI – “in ogni momento e condizione, dal concepimento e dalla fase embrionale alle situazioni di malattia e di sofferenza e fino alla morte naturale”.

Per il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Gianni Letta, quello del Papa è un bellissimo discorso…

Salute e …peggio nun nisse.