Vacanze e sesso sicuro

Il presidente della Società Italiana di Ginecologia e Ostetricia, Giorgio Vittori, con un video su YouTube (vedi) consiglia, soprattutto ai più giovani, un’estate e sesso sicuro, cioè di fare attenzione ed essere prudenti in vista delle vacanze e dei viaggi estivi: sesso sì, purché sicuro.
Le parole chiave per un’estate in cui il sesso sia senza rischi sono: protezione, informazione e contraccezione.
Divertitevi e fate sesso sicuro. – raccomanda Vittori – In questo periodo dell’anno è più facile sperimentare nuovi incontri, ma è importante essere sempre responsabili e consapevoli, pena scontare brutte sorprese in autunno. Le infezioni sono in continuo aumento e solo lo 0,3% delle under 19 italiane ha un buon livello di educazione sessuale (praticamente nessuna!!). La prima volta è senza precauzioni per una ragazza su tre e il 30% continua a sfidare la sorte, senza utilizzare alcun metodo contraccettivo oppure facendo affidamento sul coito interrotto (20%)”.
Via libera allora alla “doppia barriera”: pillola contraccettiva per lei, e preservativo per lui.

Salute e …peggio nun nisse.

Uj

Il 23 agosto 1973 è la data del primo concerto della prima edizione di Umbria Jazz (Uj). Da allora il jazz e la piazza convivono, musica e ambienti si intrecciano con inedite suggestioni.

L’Umbria jazz gratuita e itinerante degli anni Settanta è ormai un ricordo; il presente è una manifestazione che prevede il biglietto d’ingresso; non in tutti i concerti, perché una parte del cartellone resta gratuita e in piazza.

Durante Uj a Perugia si respira musica ad ogni ora del giorno e della notte, con eventi che si susseguono e si sovrappongono.

Le scelte artistiche però sono quanto mai variegate dalla musica Nera (blues, gospel, soul, zydeco, marching band, rhythm ‘n’ blues) a vari sconfinamenti nel pop-rock.

La cosa più bella è esserci: vivere nella città che in questo periodo è più cosmopolita che mai, sentire la festa come universale: il mondo siamo noi.

Salute e …peggio nun nisse.

Siamo governati da incompetenti?

La Corte di Giustizia europea ha accolto le censure della Commissione europea al provvedimento varato con la Finanziaria 2003 dal ministro dell’Economia Giulio Tremonti, nel corso del suo precedente mandato. Con la sanatoria fiscale l’Italia ha violato gli obblighi imposti dalla sesta direttiva Iva (77/388, articoli 2 e 22) effettuando “una rinuncia generale e indiscriminata all’accertamento delle operazioni imponibili effettuate nel corso di una serie di periodi d’imposta”.
Questo perché, al contrario di altri tributi di esclusiva competenza nazionale, l’Iva è un’imposta soggetta all’applicazione delle norme comunitarie, anche perchè contribuisce al gettito delle risorse proprie dell’Unione europea. Secondo i giudici il condono pregiudica “seriamente il corretto funzionamento dell’Iva”, perché “altera il principio di neutralità fiscale”, danneggiando il mercato comune e favorendo i contribuenti colpevoli di evasione fiscale. La legge italiana spingerebbe con forza i contribuenti a evadere l’imposta dichiarando solo una parte del debito effettivamente dovuto o versando una somma forfetaria proporzionale al fatturato realizzato.

-> Ora c’è l’obbligo che il Fisco italiano debba effettuare gli accertamenti sulle dichiarazioni Iva dei periodi condonati?

-> I contribuenti che ritenessero di aver pagato per una protezione che non esiste più potrebbero avanzare domanda di risarcimento?

Salute e …peggio nun nisse.

Ogni tanto qualcosa di dolce

Il fondente riduce la pressione sanguigna

Un solo quadrato di cioccolato fondente al giorno è in grado di ridurre la pressione di pochi mmHg nei soggetti altrimenti sani con livelli pressori al di sopra di quelli ottimali.

I meccanismi implicati in questa azione del cioccolato apparentemente passerebbero attraverso un incremento cronico nella produzione di ossido nitrico da parte dell’endotelio vascolare, ed è probabile che i flavonoli del cacao siano responsabili del fenomeno.
Il cioccolato fondente non ha gli stessi effetti collaterali dei medicinali, ed è certamente più gradito al paziente, il quale però è spesso preoccupato di mantenere il proprio apporto calorico quotidiano entro certi limiti (i partecipanti comunque hanno assunto per 18 settimane 6,3 g [30 kcal] al giorno di cioccolato fondente).

(JAMA. 2007; 298: 49-60)

Salute e …peggio nun nisse.

Un inno all'amore, inteso sia come sentimento affettivo, sia come piacere sessuale erotico

É una esaltazione a godere la vita, data la sua brevità; l’amore è inteso come terapia…

Vivamus, mea Lesbia, atque amemus
Rumoresque senum severiorum
Omnes unius aestimemus assis.
Soles occidere et redire possunt:
nobis cum semel occidit brevis lux,
nox est perpetua una dormienda.
Da mi basìa mille, deinde centum,
dein mille altera, dein secunda centum
deinde usque altera mille, deinde centum.
Dein, cum milia multa fecerimus,
conturbabimus illa, ne sciamus,
aut nequis malus invidere possit,
cum tantum sciat esse basiorum.


Viviamo, mia Lesbia, e amiamoci,
e alle chiacchiere dei vecchi troppo severi
diamo il valore di un centesimo!
Il sole può tramontare e può risorgere:
noi, invece, una volta che il nostro breve giorno si spegne,
abbiamo davanti il sonno di una notte senza fine.
Dammi mille baci, poi altri cento,
poi altri mille, e di nuovo cento,
poi ancora altri mille, e una seconda volta cento.
Quando poi ne avremo dati migliaia,
mischiamo la somma, per non sapere quanti sono,
e perché nessun malvagio ci invidi,
sapendo che esiste un numero così grande di baci.

Salute e …peggio nun nisse.

Quello sulla testa di Berlusconi non è il pelo pubico della Carfagna


Berlusconi, oltre ad abolire qualunque idea di legalità e perfino di decenza, ha inchiodato il dibattito politico, quindi il paese, sulla cura dei sui personalissimi interessi: TV e Giustizia!
Anni persi a fare la guerra alla magistratura, mentre i problemi del paese ingigantivano fino ad essere forse diventati irrisolvibili.

Ora è intoccabile, non può essere processato grazie al lodo Alfano, approvato con estrema urgenza.

Per preservare la sua immagine all’Italia intera suggerisco un’altra legge, che si potrebbe chiamare lodo Veronica: “le quattro più alte cariche dello Stato (il Presidente della Repubblica, il Premier e i Presidenti di Camera e Senato) non potranno subire richieste di separazioni o divorzi per tutta la durata del loro mandato; i familiari dovranno ostentare [mostrare con insistenza perché venga notato, per suscitare interesse, ammirazione o invidia] sorrisi e dichiarare che in famiglia sempre va tutto bene”.

Il titolo è una battuta di DANIELE LUTTAZZI

Salute e …peggio nun nisse.

Subito al lavoro i professionisti della disinformazione

Il giorno dopo la manifestazione di Piazza Navona con migliaia di partecipanti per dire no al tentativo di mortificare la Costituzione e il sistema giudiziario del nostro Paese, quello che risalta dai media nazionali sono solo le veementi note di biasimo verso le espressioni ritenute oscene nei confronti del Papa e verso gli insulti che sarebbero stati rivolti al capo dello Stato.
Non essendo potuto essere presente alla manifestazione, ho cercato i discorsi incriminati, per valutare quanto gravi fossero le offese, e questo ho trovato:

→ Grillo, che è stato accusato di essersi abbandonato a vergognosi insulti al capo dello Stato, al limite e oltre il limite del vilipendio, ha detto:

…Dicono che offendo il Presidente della Repubblica. Io Morfeo non l’ho mai offeso. Sonnecchia. Firma delle cose. Questo patto della “Banda dei 4”. Ha firmato una cosa… Ve lo immaginate voi Pertini che firmava una legge che lo rendeva immune dalla giustizia italiana? Ma io non mi immagino neanche Ciampi, non riesco neanche a immaginarmi Scalfaro a fare una cosa così. E allora chi è questo uomo qua? Chi difende? È un primo cittadino o un uno che difende i partiti politici? Chi è? Quando c’era Chiaiano, la discarica: la Polizia contro le famiglie, a Napoli, la sua città. Lui dove festeggiava? Dove andava? È andata da una famiglia di Chiaiano a festeggiare qualcosa? Era a Capri a sentire della musica con due inquisiti: Bassolino e la moglie di Mastella.
E allora, che esempio ho io da questa gente? Quale esempio ho?
Non ne voglio più sapere di questa gente.Non ne voglio più sapere!…”

→ Sabina Guzzanti a proposito del Papa ha detto:

Il governo è caduto in buona parte anche grazie a Ratzinger, con quella porcheria della negata partecipazione a La Sapienza. La menzogna della censura a Ratzinger è stata sostenuta da tutti i media e i politici, salvo le solite, rilevanti eccezioni. Questo significa avere il controllo dei media, inventare una polemica che non sta né in cielo né in terra, perché non c’è motivo al mondo per cui Ratzinger debba inaugurare l’anno accademico delle nostre università. … Grazie alla legge Moratti fra vent’anni gli insegnanti saranno scelti dal Vaticano, ma fra vent’anni Ratzinger sarà dove deve stare, cioè all’inferno, tormentato da diavoloni frocioni attivissimi, e non passivissimi. Non come i gay che hanno accettato di spostare il Gay Pride a Bologna perché a Roma, a San Giovanni, c’era un coro di preti. E ‘sti cazzi, si direbbe in una repubblica democratica.

→ La Guzzanti parla anche di Mara Carfagna:

… Io non sono una moralista come ci accusano gli opinionisti che non hanno nemmeno un vocabolario, perché la parola ‘moralista’ ha un significato e per usarla sui giornali lo devi conoscere. Moralista è Casini, divorziato tre volte, moralista è Mele (il deputato dell’Udc coinvolto in uno scandalo di squillo e cocaina). A me non me ne frega niente della vita sessuale di Berlusconi, ma tu non puoi mettere alle Pari opportunità una che sta là perché t’ha succhiato l’uccello. Non la puoi mettere da nessuna parte ma in particolare alle Pari opportunità, perché è uno sfregio. Vattene!“.

Personalmente non mi sembrano offese particolarmente forti (a parte il giudizio sulla Garfagna; ma se fosse vero…). Inoltre la vera democrazia c’è solo e fin tanto che a tutti viene riconosciuto il diritto di esprimere il proprio pensiero, anche se non condiviso.
Nessun politico mi è sembrato particolarmente illuminato, salvo Antonio Di Pietro,che è il solo ad aver capito con chi abbiamo a che fare o è l’unica persona onesta!


Salute e …peggio nun nisse.

Nulla di offensivo per gli italiani: è la verità!

Nel kit stampa della delegazione americana, inserita tra gli altri profili dei leader che hanno partecipato al G8 in Giappone, è stata data ai giornalisti una biografia che racconta in modo brutale la vita di Silvio Berlusconi:

Il premier italiano è stato uno dei più controversi leader nella storia di un paese conosciuto per corruzione governativa e vizio. Principalmente un uomo d’affari con massicce proprietà e grande influenza nei media internazionali. Berlusconi era considerato da molti un dilettante in politica che ha conquistato la sua importante carica solo grazie alla sua notevole influenza sui media nazionali…” La biografia di Berlusconi, cita anche il fatto che da ragazzo “guadagnava i soldi organizzando spettacoli di marionette per cui faceva pagare il biglietto di ingresso”, ricorda che il futuro premier italiano mentre studiava legge a Milano “si era messo a vendere aspirapolvere, a lavorare come cantante sulle navi da crociera, a fare ritratti fotografici e i compiti degli altri studenti in cambio di soldi”. La biografia utilizzata dalla Casa Bianca, prelevata dalla “Encyclopedia of World Biography“, ricorda che Berlusconi era stato un membro della “loggia massonica Propaganda Due che aveva creato uno stato dentro lo stato”; sottolinea l’importanza avuta da Bettino Craxi nel lanciare la carriera politica di Berlusconi e in alcuni momenti cruciali della sua carriera politica. La biografia dedica ampio spazio ai suoi problemi con la giustizia; rimarca le accuse di “corruzione, estorsione e altri abusi di potere che lo costrinsero a dimettersi nel 1994”; sottolinea anche che in occasione della sconfitta del 2006 contro Romano Prodi per poche migliaia di voti “Berlusconi aveva chiesto subito un riconto totale e per mesi si era rifiutato di concedere la sconfitta partecipando anche ad una dimostrazione contro Prodi”.

La Casa Bianca si è scusata ufficialmente inviando una lettera scritta da Tony Fratto, portavoce del Presidente: “Una biografia non ufficiale del primo ministro italiano Berlusconi, inclusa nel materiale stampa, utilizza un linguaggio insultante sia nei confronti del primo ministro Berlusconi che del popolo italiano. I sentimenti espressi nella biografia non rappresentano le vedute del presidente Bush, del governo americano e degli americani”.

Ma la sensazione resta di due verità: una radiografia impietosa del presidente del Consiglio italiano destinata allo staff operativo e un ritratto ufficiale idilliaco…
Comunque io personalmente non mi sento offeso. La biografia incriminata riporta solo la verità su Berlusconi ed anche sull’Italia, paese spesso governato da corrotti e viziosi. La verità non sempre è piacevole, e poi viene un po’ troppo tenuta nascosta agli italiani. Ma all’estero sanno…

Salute e …peggio nun nisse.

Aderisco virtualmente alla manifestazione di piazza Navona

Oggi manifestazione a Roma, in piazza Navona alle 18, indetta da Colombo, Flores d’Arcais e Pardi contro le leggi canaglia, con le quali il governo Berlusconi in pratica distruggere il giornalismo, il diritto di cronaca e la legge uguale per tutti: è un attacco senza precedenti ai principi della Costituzione.

Purtroppo non posso partecipare direttamente, ma aderisco virtualmente.
Sarà una manifestazione apartitica, aperta a tutti, voluta per testimoniare la fedeltà alla Costituzione repubblicana, per una informazione libera in cui tutti possono capire e quindi valutare.

Probabilmente la televisione, ormai unificata e asservita, diventata una televisione di regime, opererà la censura del silenzio, o quanto meno mininimizzerà. Vedremo…

Il ritorno dei girotondi riporta in piazza e sul palco artisti come Sabina Guzzanti, Ascanio Celestini, Andrea Camilleri, Moni Ovadia, Lidia Ravera che dalle 18 si alterneranno negli interventi con i tre organizzatori, mentre Beppe Grillo e Umberto Eco parteciperanno in video collegamento. A livello politico il palco sarà monopolizzato dall’intervento di Antonio Di Pietro mentre non prenderanno la parola né esponenti e leader dell’ex sinistra radicale, come Oliverio Diliberto, né gli esponenti del Pd che ci saranno nonostante Walter Veltroni in un’intervista a ‘Tv7’ abbia confermato che il PD non parteciperà alla manifestazione contro il governo Berlusconi.

Salute e …peggio nun nisse.

Se quella notte…


Veltroni e Casini hanno inviato a Fini una lettera dove denunciano che il Governo espropria il Parlamento e chiedono al Presidente della Camera di salvaguardare il ruolo e la dignità del Parlamento.

Secondo Di Pietro “Berlusconi, di fatto, sta utilizzando le istituzioni a proprio uso e consumo e sta facendo leggi che servono solo a sé stesso; neanche nel Ventennio Mussolini usò tale sfrontatezza nei confronti delle istituzioni democratiche”.
Berlusconi sin dal primo giorno sta sfornando decreti legge a ripetizione, soprattutto a uso e consumo personale.
Addirittura ora vuole anche approvare una manovra Finanziaria di tali dimensioni senza permettere alcuna democratica discussione in Parlamento. Anzi, pretende che il Parlamento approvi una norma che deleghi in futuro il ministro dell’Economia a farsi da solo le leggi, senza neppure passare più in Parlamento”.

Mi viene in mente una poesia di Roberto Benigni: credo che sia il miglior commento a quello che succede in Italia da un po’ a questa parte per “merito” di B.

Salute e …peggio nun nisse.