Internet libero

Ogni forma di censura è odiosa!
La premessa però è un invito comunque a rispettare la legge…

Si può aggirare il blocco verso i vari siti attuato dai Provider (da almeno 2 anni se ne sta parlando, e ci sono vari post che hanno trattato questo argomento).

Le soluzioni possono essere diverse:

  • usare dei server proxy (ma è sconsigliato perché un server proxy altro non è che un PC [di uno sconosciuto?] che si pone tra voi e l’intera rete internet, quindi potrebbe intercettare i vostri dati).

  • Esiste un altro modo altrettanto semplice e più sicuro dei proxy, si chiama TOR: Tor è un progetto software per difendersi dall’analisi del traffico; funziona deviando le tue comunicazioni attraverso una rete distribuita di relay in tutto il mondo: impedisce a qualcuno che osservi la tua connessione Internet di sapere quali siti stai visitando, ed impedisce ai siti che visiti di venire a sapere dove sei realmente.

  • C’è la possibilità di modificare il file host di Windows: la procedura è descritta da Giuseppe Iuculano nel suo blog.

  • Un’ulteriore possibilità è quella di usare OpenDNS: occorre sostituire i DNS dei vostri Provider con quelli forniti da OpenDNS (operazione comunque semplicissima). Inoltre hanno ulteriori vantaggi: sono veloci (grandi quantità di cache riducono la consultazione di molti server diversi), proteggono dal phishing (riconoscono automaticamente i siti “finti”), correggono gli errori di digitazione. Gli indirizzi dei server sono:
    – DNS primario:
    208.67.222.222
    – DNS secondario: 208.67.220.220

    Dettagliate informazioni al sito ufficiale
    OpenDNS


Salute e …peggio nun nisse.