Slow Food

Uno studio condotto in Giappone, coordinato da Hiroyasu Iso della Osaka University e pubblicato sul British Medical Journal ha confermato che le persone che mangiano velocemente hanno un rischio maggiore di ingrassare.
Lo studio, durato circa quattro anni (dal 2003 al 2006), ha coinvolto più di 3 mila volontari giapponesi, 2.160 donne e 1.100 uomini, con un’età compresa tra 30 e i 69 anni. I ricercatori, mettendo in relazione la voracità dei volontari con l’indice di massa corporea (BMI), hanno constatato che le persone che mangiano rapidamente hanno un rischio maggiore, rispetto alle altre, di essere in sovrappeso; il rischio obesità è triplicato se, oltre a mangiare velocemente, si mangia fino a che non ci si sente sazi. Ciò è dovuto al fatto che va in blocco il sistema preposto alla trasmissione del senso di sazietà, che dovrebbe dire al cervello che è il momento di smettere di mangiare perché lo stomaco è pieno. Così si finisce col mangiare più del necessario e i chili aumentano.
Pertanto bisogna mangiare lentamente, specialmente nei primi 10 minuti, masticare bene (almeno 20 volte ogni boccone) ed alzarsi da tavola prima della completa sazietà; è inoltre sconsigliabile consumare i pasti davanti alla televisione o al computer; possibilmente è meglio sedersi a tavola accanto a qualcuno che mangia con calma e magari lasciarsi influenzare dalla lentezza.
Si può non tener conto dei consigli; quando è troppo tardi però anche a tener chiusa la bocca non serve a molto…

Salute e …peggio nun nisse.

Solidarietà a Roberto Saviano

Roberto Saviano è minacciato di morte dalla camorra per aver scritto il libro “Gomorra“.Il caso Saviano è un problema di democrazia. La libertà nella sicurezza di Saviano riguarda noi tutti, come cittadini.
Firma l’appello dei Nobel in favore di Saviano.
Qui

Salute e …peggio nun nisse.

Nel bidone della spazzatura…

Secondo quanto afferma la Coldiretti, nel bidone della spazzatura finisce oltre il 10 per cento del cibo acquistato dagli italiani per un valore stimato in 560 euro per famiglia all’anno; sono soprattutto gli avanzi quotidiani della tavola ad essere gettati nel bidone ma anche prodotti scaduti o andati a male. Frutta, verdura, pane, pasta, latticini ma anche affettati sono tra i prodotti più a rischio.
A provocare un aumento degli avanzi a tavola sono i cambiamenti degli stili di vita con minor tempo dedicato alla preparazione e alla conservazione dei cibi ma anche al recupero degli avanzi a tavola. Anche il crescente numero di single incide sulla produzione di rifiuti per la necessità di acquistare spesso maggiori quantità di cibo per la mancanza di formati adeguati e perché è facile poi dimenticare in fondo al frigorifero le varie confezioni di alimenti iniziati, tutti inesorabilmente destinati a finire nella pattumiera.

Gli affamati di tutto il mondo se lo venissero a sapere sarebbero incazzati neri…

Salute e …peggio nun nisse.

La sfiga, questa sconosciuta…

Uno studio statunitense guidato da Adam Galinsky, della Northwestern University di Evanston, nell’Illinois, e da Jennifer Whitson, dell’ateneo del Texas, ad Austin e pubblicato su Science avrebbe dimostrato che lo stress rende superstiziosi e paranoici, per cui se abbiamo perso il controllo della nostra vita, per un amore fallito, una delusione sul lavoro, un problema di salute, od altro, è facile andare incontro ad un aumento di scongiuri, amuleti e riti anti-sfiga nelle nostre giornate incerte.

Quando il controllo della propria vita viene meno, ciascuno cerca di ripristinare la situazione attraverso una sorta di ginnastica mentale: la superstizione può fare al caso di chi si sente allo sbando; ma anche le paranoie consentono paradossalmente di spiegare e dare un senso a ciò che ci è sfuggito di mano. La sensazione di insicurezza crea spesso un bisogno viscerale d’ordine, anche di un ordine soltanto immaginario.

Quindi lontani dai gatti neri, cornetti di corallo rosso nella borsa, mai passare sotto le scale, guai a scendere dal letto col piede sinistro, veto sul viola, toccatine al ferro e sale nelle tasche…

Salute e …peggio nun nisse.

2 ottobre

Il 2 ottobre è il 275° giorno del Calendario Gregoriano (il 276° negli anni bisestili). Mancano 90 giorni alla fine dell’anno.

Feste e ricorrenze

Il 2 Ottobre si celebra la festa dei Santi Angeli Custodi; in Italia anche la Festa dei nonni ed il compleanno di mia moglie.

A livello mondiale si celebra la giornata Internazionale della Non-violenza.

Religiose

Cristianesimo:

  • Santi Angeli Custodi

  • Santi Eleuterio e compagni di Nicomedia, martiri

  • San Gerino, martire venerato a St-Vivant

  • San Leodegario di Autun, vescovo

  • San Modesto, diacono e martire

  • San Teofilo di Bulgaria, monaco

  • Sant’Ursicino, vescovo di Coira

  • Sant’Anna di Kašin, principessa di Pskov

Nati

  • 1327 – Baldo degli Ubaldi, giurista italiano († 1400)

  • 1450 – Hieronymus Bosch, pittore fiammingo († 1516)

  • 1452 – Riccardo III, sovrano inglese († 1485)

  • 1538 – San Carlo Borromeo, arcivescovo cattolico, cardinale e santo italiano († 1584)

  • 1568 – Marino Ghetaldi († 1626)

  • 1591 – Margherita Gonzaga di Lorena, nobile mantovana († 1632)

  • 1741 – Augustin Barruel, gesuita, saggista e scrittore francese († 1820)

  • 1754 – Louis de Bonald, politico, filosofo e scrittore francese († 1840)

  • 1798 – Carlo Alberto di Savoia, sovrano sabaudo († 1849)

  • 1800 – Felix Schwarzenberg, principe e generale austriaco († 1852)

  • 1802

    • Édouard Ménétries, entomologo e naturalista francese († 1861)

    • Maria Luisa Carlotta di Borbone Parma († 1857)

  • 1815 – Augusto Nomis di Cossilla, politico italiano († 1881)

  • 1821

    • Vincenzo Ammirà, poeta italiano († 1898)

    • Nino Bixio, militare e politico italiano († 1873)

  • 1828 – Charles Floquet, politico francese († 1896)

  • 1832 – Edward Burnett Tylor, antropologo britannico († 1917)

  • 1847 – Paul von Hindenburg, generale e statista tedesco († 1934)

  • 1851 – Ferdinand Foch, generale francese († 1929)

  • 1852 – William Ramsay, chimico scozzese († 1916)

  • 1854 – Patrick Geddes, biologo, botanico e urbanista scozzese († 1932)

  • 1856 – Nerio Malvezzi de’ Medici, politico italiano († 1929)

  • 1860 – Basilio Cascella, pittore italiano († 1950)

  • 1867 – Nilo Peçanha, avvocato e politico brasiliano († 1924)

  • 1869 – Mahatma Gandhi, politico indiano († 1948)

  • 1871 – Cordell Hull, politico statunitense († 1955)

  • 1872 – Roberto Bencinvenga, militare e politico italiano († 1949)

  • 1878 – Gino Funaioli, filologo e latinista italiano († 1958)

  • 1890

    • Groucho Marx, attore e comico statunitense († 1977)

    • Michele Robotti, ciclista italiano († 1952)

  • 1896 – Jacques Duclos, politico francese († 1975)

  • 1898 – Francesco Diana, prefetto italiano († 1969)

  • 1902 – Leopold Figl, politico austriaco († 1965)

  • 1903 – Michele Mara, ciclista italiano († 1986)

  • 1904 – Graham Greene, scrittore e drammaturgo inglese (