Happy Xmas (War is Over)

john-lennon

Happy Xmas (War is Over)

by Yoko Ono and John Lennon (1971)

So this is Christmas
And what have you done
Another year over
And a new one just begun
And so this is Christmas
I hope you have fun
The near and the dear ones
The old and the young

A very Merry Christmas
And a Happy New Year
Let’s hope it’s a good one
Without any fear

And so this is Christmas
For weak and for strong
The rich and the poor ones
The world is so wrong
And so Happy Christmas
For black and for white
For yellow and red ones
Let’s stop all the fight

A very Merry Christmas
And a Happy New Year
Let’s hope it’s a good one
Without any fear

And so this is Christmas
And what have we done
Another year over
And a new one just begun
And so Happy Christmas
We hope you have fun
The near and the dear ones
The old and the young

A very Merry Christmas
And a Happy New Year
Let’s hope it’s a good one
Without any fear

War is Over
If you want it
War is Over
NOW

Così questo è Natale
e cosa hai fatto?
Un altro anno che se ne va
e uno nuovo appena cominciato
E così questo è Natale
Spero che avrete fortuna
I vicini, i cari
i vecchi e i giovani

Un buon natale
e felice anno nuovo
Speriamo che sia un buon anno
senza nessuna paura

E così questo è Natale
per il debole e per il forte
Per i ricchi e per i poveri
Il mondo è così sbagliato
E quindi buon Natale
Per i neri e per i bianchi
Per i gialli e per i rossi
Fermiamo tutti i combattimenti

Un buon Natale
e un felice anno nuovo
Speriamo sia buono
e senza nessuna paura

E così questo è Natale
e cosa abbiamo fatto?
Un altro anno che se ne va
e uno nuovo appena cominciato
E quindi buon Natale
Speriamo che avrete fortuna
I vicini, i cari
I vecchi e i giovani

Un buon Natale
e un felice anno nuovo
Speriamo sia buono
e senza nessuna paura

La guerra è finita
se lo vuoi
La guerra è finita
adesso

Salute e …peggio nun nisse.

Degrado ambientale

Circa quarantacinque anni fa venne realizzato il centro siderurgico Italsider proprio a ridosso della città di Taranto. La zona di lavorazione “a caldo” (la più inquinante) fu costruita accanto al quartiere Tamburi per risparmiare sui nastri trasportatori che trasferiscono la materia prima dal porto allo stabilimento; l’area a freddo (la meno inquinante) è stata invece collocata nel punto più distante dalla città. Nell’area industriale si sono aggiunti anche altri stabilimenti, come la raffineria Agip e la Cementir.
Il degrado ambientale del quartiere Tamburi di Taranto è arrivato a livelli tra i più alti del mondo.
Una ricerca di PeaceLink basata su dati del Ministero dell’Ambiente (pubblicata il 21 ottobre 2008 sul Corriere della Sera) ha dimostrato che Taranto è la città più inquinata d’Italia.Taranto
Per comprendere i dati espressi con terminologia specialistica e particolari unità di misura, come ad esempio i nanogrammi (miliardesimi di grammo), è stato trasformato l’inquinamento da benzo(a)pirene (il componente più cancerogeno degli idrocarburi policiclici aromatici) in “sigarette equivalenti”:
– è stata calcolata la quantità di aria inalata dai bambini, a seconda della loro attività: mediamente un bambino respira 16,3 metri cubi di aria al giorno.
I dati sono stati tratti da Jill A.J. Beals et al. – Quantifying the distribution of inhalation exposure in human populations: distribution of minute volumes in adults and children. – Environmental Health perspectives vol 104 N°9, 1996.
Il totale complessivo dell’aria respirata è stato ottenuto considerando 18 ore di bassa attività (8,02 litri al minuto), 4 ore di moderata attività [camminare] (16,7 litri al minuto) e 2 ore di alta attività [corsa] (28,56 litri al minuto).
– è stato calcolato quanto benzo(a)pirene c’è in una sigaretta:
l’88% delle sigarette vendute in Italia hanno un contenuto di nicotina che può essere classificato “alto” e “medio” (rispettivamente in media 10,10 e 8,31 ng/sigaretta).
La fonte di tali studi è J.E Swauger et al. – An analysis of the mainstream smoke chemistry of samples of the U.S. cigarette market acquired between 1995 and 2000. – Regulatory Toxicology and Pharmacology 35 142-156, 2002.
– è stata individuata la quantità di benzo(a)pirene presente giornalmente in un metro cubo d’aria nel quartiere Tamburi [dati disponibili negli studi dell’Arpa Puglia]
– è stata moltiplicata la quantità di benzo(a)pirene in un metro cubo d’aria, per il numero di metri cubi respirati giornalmente da un bambino
– ottenuto il totale dei nanogrammi di benzo(a)pirene inalati in un giorno, è stato diviso tale valore per il benzo(a)pirene mediamente contenuto nel fumo di una sigaretta, lo stesso fumo che inala il fumatore. In questo modo è stato ottenuto l'”equivalente in sigarette“.
Secondo uno studio ISPESL (citato da Arpa Puglia) in via Orsini a Taranto si è avuto “un accumulo di benzo(a)pirene nei giorni dal 2 al 5 marzo 2004 con un picco allarmante il giorno 4 marzo di 67 ng/m3“; ciò significa che il 4 marzo 2004 i bambini del quartiere Tamburi di Taranto, respirando, hanno inalato benzo(a)pirene per un equivalente di 128 sigarette!
Il valore stabilito dalla legge oltre il quale non dovrebbe andare  l’inquinamento da benzo(a)pirene è 1 nanogrammo a metro cubo.
Comunque il dato medio nel quartiere Tamburi è di 2,14 sigarette al giorno; questo dato, proiettato su 365 giorni, dà un totale di 780 sigarette annue inalate in media da ogni bambino del quartiere Tamburi.
Questi studi realizzati a Taranto dall’ISPESL sono stati mantenuti per molto tempo “secretati” dalle autorità centrali.

Salute e …peggio nun nisse.

Per il benessere sessuale di coppia

  1. non dormire sui tuoi problemi

  2. parla serenamente con la tua partner

  3. chiedi consiglio al tuo medico

  4. non farti schiacciare dallo stress da lavoro

  5. adotta un regime dietetico bilanciato

  6. limita l’alcol, abbandona il fumo

  7. pratica regolarmente attività fisica

  8. mantieni il cervello in esercizio

  9. impegnati a perdere peso

  10. aumenta il consumo di antiossidanti

  11. controlla il livello del tuo testosterone

  12. vai dal medico con regolarità

Il ratto di Proserpina

consigli tratti da un calendarietto della Bayer

Com’è la tua vita di coppia?

Non ho problemi particolari, pertanto non mi impegno a fondo: seguo un po’ i punti 5 – 6 – 8…

poco?

Salute e …peggio nun nisse.

Qual'è il male maggiore dell'Italia?

I mali sono numerosi e vari e può essere difficile stilare una graduatoria.

Comunque credo che tra i più gravi sia quello inerente la questione morale; cioè il fatto che i politici italiani sono privi del senso di solidarietà con altri esseri umani, il loro comportamento è volto a massimizzare solamente i loro vantaggi materiali e immediati.

I recenti fatti di cronaca stanno dimostrando come venga minata alle sue fondamenta l’intera struttura partitica di governo italiana: gli amministratori locali vengono indagati per ogni genere di concussione, con l’automatica disillusione dei loro elettori onesti.

parlamento-italia

Antonio Di Pietro, unico, propone “una legge per vietare la candidatura alle persone condannate con sentenza passata in giudicato, vietare gli incarichi di governo, centrale o nazionale, a chi è sotto processo, e vietare la partecipazione alle gare delle imprese i cui legali rappresentanti sono già stati condannati per reati concernenti la pubblica amministrazione.”

Giulio Andreotti: “Ci sono molti problemi a cui dovremmo dedicare più tempo e maggiore attenzione, e non concentrarci solo su questi problemi che fanno chiasso però poi non aiutano a migliorare il tono generale della vita pubblica.”

Carmelo Briguglio, vicecapogruppo del Pdl alla Camera: “Personalmente sono contrario a che la Camera dei deputati autorizzi l’utilizzo da parte della magistratura di intercettazioni che riguardino parlamentari dopo che illegalmente siano state rese pubbliche sulla stampa, perché ne è evidente l’uso strumentale da parte di chi ha consentito o non ne ha impedito la pubblicazione.”

Purtroppo in questo paese sono i corrotti che intimano agli onesti come comportarsi.

La personalità dell’adulto riflette le caratteristiche sviluppate durante l’infanzia, anche negli aspetti della concezione della moralità. I primi anni di vita, in particolare dai sei ai tredici anni, hanno perciò un’importanza straordinaria non solo nella formazione della personalità, ma anche nel comportamento sociale. Il ruolo dei genitori e della scuola è fondamentale. In quel periodo si forma la concezione morale degli individui e perciò della società.

Allora mi chiedo: ma che genitori hanno avuto e che scuole hanno frequentato i nostri politici?

Salute e …peggio nun nisse.

Non create aspettative irrealistiche sull’amore

Una ricerca condotta da psicologi specialisti in relazioni familiari dell’Università Heriot Watt di Edimburgo ha rilevato che la visione di troppi film romantici può rovinare l’amore della vita.

Guardare troppe commedie romantiche al cinema od in TV può creare spesso aspettative poco realistiche nei rapporti amorosi, con conseguenti sensi di frustrazione quando poi si scopre che la vita non è perfetta come nei film.

Notting HillSecondo i ricercatori, fan di film come “Se scappi ti sposo” o “Notting Hill” hanno maturato un’idea di amore predestinato che crea difficoltà di comunicazione con il partner; in particolare ci si aspetta che il partner capisca i propri desideri e i propri bisogni, anche senza doverglieli comunicare esplicitamente. Sono coppie cioè che credono che il sesso debba sempre essere perfetto e che se qualcuno è destinato a stare con te, riconoscerà le tue necessità, senza bisogno di parlarsi. Se scappi ti sposo

Questi film riescono a trasmettere benissimo l’eccitazione presente nelle relazioni appena cominciate, ma poi essi tendono a far credere che la fiducia e l’amore appassionato possono esistere sin dal primo momento in cui ci si incontra. In questo modo non si trasmette affatto l’idea che questo tipo di relazioni e di sentimenti si debbano costruire nel tempo: normalmente infatti impiegano anni a svilupparsi.

In definitiva questo studio avverte che le trame dei film d’amore ci influenzano più di quanto non immaginiamo.

Come sui pacchetti di sigarette, dovrebbe scorrere nei i titoli del film l’avvertenza al pubblico:

La visione di film romantici nuoce gravemente alla vita di coppia”

Bbc online


Salute e …peggio nun nisse.

Pranzi festivi

Da una ricerca realizzata dal centro studi dell’Accademia italiana della cucina è emerso che il 52% delle famiglie italiane tutte le domeniche si riunisce per il tradizionale pranzo, che presenta sostanzialmente lo stesso menu di 50 anni fa, seppure con variazioni regionali: antipasto di salumi misti, pasta asciutta o ripiena, arrosto, patate al forno e dolci.

Il pranzo della domenica rappresenta pertanto il più solido presidio della tradizione gastronomica italiana ed è una occasione unica di dialogo.

Qualche problema però da un punto di vista nutrizionale: i pasti ad alto contenuto calorico, ricchi in grassi ed in carboidrati rapidamente digeribili e assorbibili, possono portare ad esagerati aumenti dei livelli di glucosio e di trigliceridi nel sangue, il cosiddetto “dismetabolismo postprandiale”, che si ritiene coinvolto nell’infiammazione e nell’aterosclerosi probabilmente anche attraverso una esagerata produzione di radicali liberi.

Si potrebbe pensare di ridurre l’apporto calorico durante la settimana, oppure aggiungere mezz’ora di attività fisica per ogni “eccezione” a tavola.

Data la vita sedentaria che facciamo, converrebbe anche nei week end adottare un menu costituito da un primo o un secondo piatto più una buona verdura, sapendo che qualche trasgressione si farà per esempio con l’aggiunta del dolce.

Salute e …peggio nun nisse.

É meglio il male o il nulla?

Ieri sera in pizzeria tra un argomento e l’altro si è parlato di filosofia, che è amore per la sapienza, la disciplina che si occupa di studiare e definire i limiti e le possibilità della conoscenza e, in generale, dell’esistenza dell’uomo.

La civetta di Minerva«Chi pensa sia necessario filosofare deve filosofare e chi pensa non si debba filosofare deve filosofare per dimostrare che non si deve filosofare; dunque si deve filosofare in ogni caso o andarsene di qui, dando l’addio alla vita, poiché tutte le altre cose sembrano essere solo chiacchiere e vaniloqui.» (Aristotele, Protreptico o Esortazione alla filosofia)

Si è parlato in particolare di Sant’Anselmo, che fu autore di molte opere, tra le quali il De casu Diaboli (La caduta del Diavolo) composto fra il 1080 e il 1085 dove indaga il mistero del male, da lui concepito come il distacco originario di un’intelligenza angelica dal Sommo Bene, ovvero da Dio. Il filosofo precisa che il male è sempre sofferenza; alcune volte è nulla (come la cecità), altre volte invece è qualcosa (come la tristezza e il dolore). Per questa ragione, nell’udire il nome male, non temiamo il male che è nulla, ma il male che è qualcosa, in quanto conseguenza dell’assenza del bene.

Quando colui che ascolta non capisce colui che parla e colui che parla non sa cosa stia dicendo: questa è filosofia. (Voltaire)

Ieri sera la domanda che si è fatti è stata: – è meglio il male o il nulla?

Per rendere più comprensibile la questione, c’è stato chi ha proposto questo esempio:

il male  berlusconi


il nulla  veltroni


Il dibattito è ancora aperto…

Salute e …peggio nun nisse.

Nuova politica: meno prevenzione, più diagnosi precoce

Secondo i dati pubblicati dall’Airtum e riportati su L’espresso in edicola questa settimana crescono del 2 per cento l’anno le neoplasie infantili in Italia, con alti picchi in prossimità di aree industriali o inquinate.

Il trend in Italia è doppio rispetto a quello europeo, addirittura cinque volte più alto rispetto ai tassi americani. Non si può spiegare la tendenza con la diagnosi precoce e le nuove tecniche che permettono di cercare le malattie con strumenti più raffinati rispetto al passato, in quanto equivarrebbe sostenere che tedeschi, francesi e svizzeri (dove l’incidenza è più bassa) sarebbero meno bravi di noi a individuare il male.

Agli inizi del XX secolo, i tumori erano relativamente rari: solo 3 persone su 100 morivano di cancro. Ora sono 35 su 100. È vero che essendo il tumore una malattia degenerativa esso è diventato più frequente con il prolungarsi della vita media. Ma perché si ammalano i bambini, i ragazzi? E perché i tumori in età pediatrica sono in aumento?

Per ogni cancro ci sono diversi fattori di rischio possibili, e tutti lavorano insieme ad avvelenare l’organismo. Gli epidemiologi invitano a non trarre conclusioni affrettate, ma quasi nessuno nega che tra i maggiori sospettati ci siano l’inquinamento, i pesticidi e la contaminazione della catena alimentare.

pediatria oncologicaI bambini inoltre sono più vulnerabili degli adulti agli effetti nocivi dei fattori ambientali; il loro metabolismo e i loro bisogni energetici fanno sì che, proporzionalmente al loro peso, essi inalino più aria e assorbano più liquidi e più nutrimento degli adulti.

Secondo Donato Greco (fino a qualche settimana fa direttore del Centro per la prevenzione e il controllo delle malattie del ministero della Salute, sostituito dall’attuale governo da Fabrizio Oleari) “si sta delineando un cambiamento nella visione stessa della prevenzione. L’obiettivo per cui il Centro ha sempre lavorato è stata l’estensione, su tutto il territorio nazionale, di misure di prevenzione primaria. Oggi invece i rappresentanti del ministero preferiscono parlare di ‘predizione clinica’. Il che, tradotto, significa privilegiare la diagnosi precoce da attuarsi mediante ricorso a tecnologie avanzate“.

In pratica, più che prevenire l’insorgenza stessa della malattia, la nuova filosofia sarebbe quella di ampliare al massimo la popolazione che ha accesso alla diagnosi precoce, per intervenire il prima possibile, ma solo quando il paziente è già malato.

Salute e …peggio nun nisse.

Abusi infantili – child maltreatment

childGli abusi sui bambini nelle regioni a reddito elevato sono molto più comuni di quanto si pensi: in generale, il 4-16 % dei bambini subisce abusi fisici, ed un bambino su 10 subisce abusi psicologici o viene trascurato; il 5-10 % delle bambine ed il 5 % dei bambini subisce abusi sessuali penetrativi, ed una cifra tripla riceve abusi sessuali di ogni tipo.
Le statistiche ufficiali comunque indicano cifre inferiori ad un decimo di queste, in quanto solo il 10 percento dei casi viene investigato e comprovato annualmente.
L’impatto dei maltrattamenti infantili può avere conseguenze devastanti e durature che persistono anche nell’età adulta: esse infatti favoriscono i comportamenti criminali, i comportamenti sessuali a rischio e l’abuso di alcool e droghe, senza contare le migliaia di decessi infantili dovuti ad abusi o trascuratezze.
Nell’Unione Europea quattro bambini su un milione è vittima di omicidio ogni anno, e nell’Europa centrale e negli stati da poco indipendenti il tasso è tre volte superiore.

Da: Burden and consequences of child maltreatment in high-income countries

Prof Ruth Gilbert MD, Prof Cathy Spatz Widom PhD, Prof Kevin Browne PhD, David Fergusson PhD, Elspeth Webb FRCPCH, Prof Staffan Janson DMThe Lancet, Early Online Publication, 3 December 2008

Abusi infantiliSalute e …peggio nun nisse.