Pulsione di dittatura

L’impressione è che di Eluana a Berlusconi non importi nulla. Lui approfitta di questo dramma per compiacere il Vaticano e i vescovi italiani e guadagnare il consenso di tutti i cattolici praticanti d’Italia, vantandosi di aver fatto tutto il possibile per salvare una vita. É forse una questione di sondaggi e di strategie!

Parla senza competenze anche di Medicina; sentenzia giudizi che poi smentisce, lui o chi per lui.

Berlusconi:

– La lettera del Quirinale arrivata ieri in consiglio dei ministri contiene anche una implicazione grave di eutanasia introdotta nel nostro ordinamento senza una disposizione di legge.

– Ho detto solo che la decisione di portare avanti la denutrizione è un caso di eutanasia, ma non ho fatto riferimento alla lettera di Napolitano. É il solito ribaltamento della realtà.

Inoltre ha creato uno scontro istituzionale con il presidente della Repubblica per delegittimare la Costituzione Italiana e quindi poterla modificare, per poter governare sistematicamente con decreti-legge, senza le “lungaggini” delle discussione parlamentari (“lo strumento della decretazione d’urgenza è indispensabile per un esecutivo che altrimenti non ha poteri”).

Berlusconi:

– Una revisione della Costituzione è necessaria perché è una legge fatta molti anni fa sotto l’influsso di una fine di una dittatura e con la presenza al tavolo di forze ideologizzate che hanno guardato alla Costituzione sovietica come un modello.

– Tra poco avremo la solita finta rettifica ...

Salute e …peggio nun nisse.

P.S.

Facile profezia!

Silvio Berlusconi oggi infatti ha detto: “la sinistra e la stampa hanno mistificato le mie parole: non ho mai attaccato né inteso attaccare la Costituzione, io ho giurato sulla Costituzione e la rispetto, non ho mai pensato di attaccarla. Ripeto però che la Costituzione non è un moloch, può evolvere e può essere cambiata, ma solo con il consenso di tutti o di quasi tutti perché per cambiarla ci vogliono i due terzi del Parlamento”

Salute e …peggio nun nisse.