La febbre suina


Il virus dell’influenza dei suini è nuovo e sconosciuto, ma risposte più precise sulla sua natura arriveranno presto dalle analisi sulle sue caratteristiche genetiche. La velocità con la quale si sta diffondendo fa pensare a un virus potenzialmente pandemico, come ha rilevato l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS).

L’Oms ha una rete di oltre 120 centri nazionali di riferimento in oltre 90 Paesi, e ognuno di essi controlla l’andamento dell’influenza e isola i virus responsabili.
Il ministero italiano del Welfare sta monitorando ora per ora in costante contatto con gli organismi europei e internazionali l’evolversi della situazione in Messico e negli Stati Uniti.

I casi di trasmissione del virus da uomo a uomo sono nulli o molto limitati.

NON SI TRASMETTE CON IL CIBO

Non è possibile ammalarsi di influenza da suini mangiando carne di maiale o prodotti derivanti da carne suina. Per evitare qualsiasi rischio è preferibile, comunque, cucinare la carne ad almeno 70 gradi.

I sintomi dell’influenza da suino nell’uomo sono del tutto simili a quelli di una sindrome influenzale stagionale: febbre alta, tosse, mialgie ed artralgie, letargia e mancanza di appetito. Alcune persone colpite dal virus hanno anche riferito di mal di gola, nausea, vomito e diarrea.

Le precauzioni per evitare il contagio sono pertanto le stesse di una epidemia influenzale stagionale: non andare in luoghi affollati, lavarsi spesso le mani evitare contatti con le persone infette.
Non è ancora disponibile un vaccino, ma gli esperti sono già al lavoro; il primo passo è conoscere tutte le caratteristiche del virus.
Secondo l’Oms, non tutti i farmaci antivirali oggi disponibili sono efficaci contro il nuovo virus. Secondo le attuali informazioni il virus è sensibile all’oseltamivir, mentre è resistente all’amantadina e alla rimantidina.

Infine si consiglia di non recarsi in Messico, Southern California e Texas fino a che non verrà dichiarata la regressione della diffusione della patologia influenzale suina e di informarsi attentamente presso i siti Web del ministero della Salute, Iss e Oms sull’evoluzione della situazione.

Salute e …peggio nun nisse.

André Gide

andre-gide
Se un filosofo vi dà una risposta, non siete più in grado di capire nemmeno la domanda che avevate posto.

.

Salute e …peggio nun nisse.

NO ALLA CENSURA! La satira è libertà!

vauro

Il disegnatore satirico Vauro, che partecipa alla trasmissione Rai “Anno Zero“, è stato sospeso a causa di una vignetta giudicata lesiva della memoria delle vittime del terremoto in Abruzzo. L’atto di sospensione è arrivato dopo le polemiche sulla puntata del programma di Michele Santoro, che criticava la protezione civile per la mancanza di un piano di evacuazione in una zona altamente sismica come quella abruzzese.

Silvio Berlusconi aveva polemizzato dicendo: “La TV pubblica non può comportarsi in questo modo”, mentre Gianfranco Fini aveva bollato la puntata incriminata come “semplicemente indecente”.

Tema della puntata, intitolata “Resurrezione”, il modo in cui sono state edificate le città, i luoghi pubblici, gli ospedali e le scuole, la questione morale che riguarda gli amministratori pubblici ma anche i singoli cittadini quando vogliono costruire le proprie case. E poi il destino degli sfollati, i tempi della ricostruzione.

Fra le reazioni, anche lo sdegno del vescovo de L’Aquila: “É vergognoso che si permetta sulla televisione pubblica un dileggio così incivile su un dolore tanto grande affrontato dagli aquilani con molta dignità e un così evidente disprezzo di tutti i soccorritori e i volontari che hanno contribuito con meravigliosa generosità e affrontando gravi rischi a salvare moltissime vite umane”.

Così il direttore generale della RAI, Mauro Masi, in attesa che anche il Cda si pronunci, ha deciso che la trasmissione ‘Anno Zero’ venga riequilibrata per quel che riguarda i servizi sul terremoto, mentre il vignettista Vauro è stato sospeso.

La colpa di Vauro è stata quella di aver disegnato una vignetta “valutata gravemente lesiva dei sentimenti di pietà dei defunti e in contrasto con i doveri e la missione del servizio pubblico”.

vauro

Critica la posizione della Federazione nazionale della stampa (Fnsi) che definisce la decisione di Masi un “atto sbagliato. …Preoccupa la via disciplinare verso l’informazione e la satira… quasi che la satira sia un atto di lesa maestà”.

.

Salute e …peggio nun nisse.

Il professionista di gaffe

Qualche giorno fa Silvio Berlusconi mentre visitava l’accampamento di 3000 tende nei dintorni de L’Aquila ad una televisione tedesca ha detto: “Hanno tutto quello di cui hanno bisogno. Hanno assistenza medica e pasti caldi… Naturalmente è una sistemazione provvisoria, dovrebbero considerarlo come un fine settimana in campeggio”.

Naturalmente Berlusconi è stato criticato ed accusato di essere un uomo completamente insensibile, che pensa di risolvere i problemi con le battute.

Probabilmente non si è trattato di una battuta, ma solo dell’incapacità del “Cavaliere” di far fronte ad una situazione tragica come quella vissuta da migliaia di italiani nel centro del paese.

Tratto dall’articolo Berlusconi fa una gaffe il giorno del primo funerale pubblicato giovedì 9 aprile 2009 in Portogallo

Dal sito web ITALIA DALL’ESTERO

Berlusconi

Ieri visitando la tendopoli di Monticchio il premier ha anche scherzato con due anziane signore ed ha promesso loro: “Vi regalerò due tailleur”.

.

Salute e …peggio nun nisse.

Sconforto e rabbia

terremoto

La terra continua a tremare. La gente è psicologicamente stremata e sta vivendo una situazione di emergenza avvolta nella paura. Oltre al dramma dei morti, c’è la tragedia dei vivi: molte persone non rientreranno mai più nelle case in cui hanno vissuto.

Certo, la scossa è stata forte, ma secondo i sismologi non è stata di eccezionale intensità. Molte di queste costruzioni, persino quelle edificate dopo il 1974, anno in cui è stata varata le legge per le norme antisismiche, non hanno resistito. Numerose costruzioni non hanno tenuto conto delle norme antisismiche. Nemmeno qui, dove in passato ci sono già stati terremoti devastanti.
Scandaloso che si sia dovuto evacuare l’ospedale dell’Aquila, inaugurato soltanto una decina di anni fa.

Non è il terremoto che uccide,
sono le case costruite male!

Berlusconi e le cattive tentazioni

vertice-nato-a-baden-baden

Vertice Nato in Germania

Il premier Silvio Berlusconi a Baden Baden (Germania), invece di dirigersi verso la cancelliera tedesca Angela Merkel, si è appartato sulla riva del fiume per telefonare. La Merkel ha ricevuto nel frattempo gli altri leader senza stringere la mano al premier italiano. I leader della Nato poi hanno attraversato la passerella sul Reno, con il cancelliere tedesco e il presidente Usa Barack Obama in testa, senza il presidente del Consiglio ancora impegnato nella telefonata fuori programma.

Berlusconi è in rotta con i mezzi di informazione che, secondo lui, lo attaccano e non dicono la verità ai lettori. É convinto che contro di lui siano state riportate, dai media, niente più che “calunnie“. E per questo motivo è tentato dal compiere “azioni dure” nei confronti di quei mezzi di informazione che a suo dire non hanno rispettato la verità.

Berlusconi: “…Ora, non è possibile che uno vada fuori, si danni, faccia i tour de force che faccio io e poi arriva a casa e trova la stampa italiana che non sembra avere altro obiettivo se non quello di dire che il premier ha fatto delle gaffe o delle figuracce. Non è possibile che si abbiano dei giornali contro l’interesse dell’Italia: anche sulla crisi, con il catastrofismo, o questi che scendono in piazza… a parte il fatto che resta sempre l’abitudine consolidata della menzogna assoluta. Non voglio arrivare a dire di azioni dirette e dure nei confronti di certi giornali e certi protagonisti della stampa, però sono tentato perchè non si fa così“.

Il capo di governo non può cadere in cattive tentazioni. Quando i giornalisti scrivono riferendo di fatti osservati e a loro conosciuti fino a quel momento fanno il loro dovere.

Non possono essere accusati di slealtà o peggio ancora di essere dei calunniatori.

.

Salute e …peggio nun nisse.

Il giullare di corte

giullare-di-corte

Un giullare è un essere multiplo; è un musico, un poeta, un attore, un saltimbanco; è una sorta di addetto ai piaceri alla corte del re e principi; è un vagabondo che vaga per le strade e dà spettacolo nei villaggi; è il suonatore di ghironda che, a ogni tappa, canta le canzoni di gesta ai pellegrini; è il ciarlatano che diverte la folla agli incroci delle strade; è l’autore e l’attore degli spettacoli che si danno i giorni di festa all’uscita dalla chiesa; è il conduttore delle danze che fa ballare la gioventù; è il cantastorie; è il suonatore di tromba che scandisce la marcia delle processioni; è l’affabulatore, il cantore che rallegra festini, nozze, veglie; è il cavallerizzo che volteggia sui cavalli; l’acrobata che danza sulle mani, che fa giochi coi coltelli, che attraversa i cerchi di corsa, che mangia il fuoco, che fa il contorsionista; il saltimbanco sbruffone e imitatore; il buffone che fa lo scemo e che dice scempiaggini; il giullare è tutto ciò e altro ancora.

.

(E.Faral, Les jongleurs en France au Moyen age [I giullari in Francia nel Medio Evo])

.

Salute e …peggio nun nisse.

Il potere delle guance rosee

Una ricerca condotta alla St Andrews University in Scozia ha dimostrato che il colorito roseo delle guance femminili è un elemento di attrazione.

Ciò è dovuto al fatto che il colore del corpo riflette lo stato di salute di una persona e la colorazione rossa, basata sul contenuto di emoglobina del sangue ricco di ossigeno, è di solito indice di buone condizioni fisiche.

É stato anche dimostrato che nell’apprezzamento del colorito non c’erano differenze fra maschi e femmine; e nemmeno disomogeneità etniche.

Le donne, nel valutare la concorrenza tra loro nella conquista di un uomo, sono perfettamente capaci di giudicare la capacità di attrazione di un’altra donna. Anche l’attrazione sessuale, infatti, si basa sui colori e il colorito roseo è legato allo stato ormonale di una persona e, in particolare, alla presenza di estrogeni, gli ormoni femminili.

Per mantenere un buon colorito e aumentare così l’avvenenza fisica, i ricercatori hanno raccomandato di praticare una corretta attività fisica e di evitare il fumo.

Ma l’industria cosmetica offre fard di ogni tipo e ci fa pure un bel fatturato. L’importante è non esagerare: la ricerca ha dimostrato che troppo rosso non è apprezzato perché si associa all’abitudine al bere o ad altre malattie. Il colore, del resto è sempre la chiave che guida nella scelta del partner. Se si cerca un compagno si sceglie qualcuno che sia in buona salute, che non si ammali e abbia una buona prospettiva di vita. La preferenza per un colorito sano ha una base biologica e non dipende dalla cultura: tant’è vero che persone di differenze provenienza geografica si comportano allo stesso modo.

Salute e …peggio nun nisse.