Is he insane?

Qualche giorno fa Silvio Berlusconi riguardo alle visite di Noemi a palazzo Grazioli ha detto di averla vista “tre, quattro volte, sempre con la madre, o il padre”. (vedi)

La puntata di Annozero in onda su Raidue giovedì 7 maggio è stata dedicata alla vicenda Veronica Lario-Silvio Berlusconi. Durante la puntata è stata trasmessa un’intervista che il Corriere della sera, attraverso il Corriere del Mezzogiorno, ha fatto a Noemi Letizia:

– Noemi, lei chiama papi il presidente Berlusconi?

– Si. Per me è come se fosse un secondo padre: mi ha allevata.

– Come è nata la vostra amicizia

– É un amico di famiglia, dei miei genitori.

– Diciamo che l’ha conosciuto mio marito ai tempi del partito socialista, ma non possiamo dire di più.

– Non capita a tutte le belle ragazze di ritrovarsi il Presidente del Consiglio alla festa di compleanno…

– Infatti. Io alla mio non l’aspettavo. É stata una vera sorpresa. Ne ho mai raccontato in giro di questa amicizia così forte con “papi” Silvio. Nessuno mi avrebbe creduta; ora invece l’hanno visto tutti.

– Cosa le ha regalato?

– Una collana d’oro con un ciondolo.

– Berlusconi è sempre stato presente alle sue feste di compleanno?

– No, ma non mi ha mai fatto mancare le sue attenzioni: un anno ricordo mi ha regalato un diamantino, un’altra volta una collanina… Insomma ogni volta mi riempie di attenzioni.

– Suo padre non è geloso?

– Assolutamente no. É devotissimo di “papi” Silvio.

– Cosa vorrà fare da grande?

– La showgirl. Ho studiato danza; ho iniziato a sei anni. Mi interessa anche la politica. Sono pronta a cogliere qualunque opportunità, a 360 gradi. Ma non scenderò mai a compromessi.

– Sa che ha provocato una fiammante polemica il fatto che Berlusconi vorrebbe candidare letterine e donne dello spettacolo alle europee?

– So bene; vuole ringiovanire. E poi se papi pensa di fare così stia certo che “papi” non sbaglia; sceglie queste ragazze perché intelligenti e capaci, non solo perché belle. Il mio motto in politica sarà: meno tasse, più controlli. Basta con i furbi che non rispettano le regole.

– Noemi, lei ha girato anche un cortometraggio?

– Si chiama Scacco matto. Io interpreto il ruolo della fidanzata di un politico. É tutta una storia di mafia, di intrighi; di caccia ad un diamante.

– Torniamo a Berlusconi?

– Lo adoro. Gli faccio compagnia. Lui mi chiama, mi dice che ha qualche momento libero, ed io lo raggiungo. Resto ad ascoltarlo; ed è questo che lui desidera da me. Poi cantiamo assieme: c’è la colonna sonora di Scugnizzi, che io canto spesso con “papi” Silvio al pianoforte o al Karaoke.

– Nei momenti di relax Berlusconi che cosa le confida?

– Fa tanto per il popolo; è il politico numero uno; non dorme mai. Io non riuscirei a fare la sua stessa vita. Quando vado da lui ha sempre la scrivania sommersa dalla carte. Dice che vorrebbe mettersi su una barca per dedicarsi alla lettura. Talvolta è deluso dal fatto che viene giudicato male. Io lo incoraggio; gli spiego che chi lo giudica male non guarda al di là del proprio naso. Nessuno può immaginare quanto “papi” sia sensibile. Pensi che gli sono stata vicinissima quando di recente è morta la sorella Maria Antonietta. Gli dicevo che soltanto io potevo capire il suo dolore.

– Perché?

– Ho perso un fratello, Juri, sette anni fa a causa di un incidente stradale; ora è il mio Angelo custode.

– Noemi, quando la vedremo in politica? Alle prossime Regionali?

– No. Preferisco candidarmi alla Camera, al Parlamento: ci penserà “papi” Silvio.


Uno dei due non ha detto la verità
: uno ha detto di averla vista 3 – 4 volte, l’altra che lo vedeva tutte le volte che aveva un momento libero. Le bugie hanno le gambe corte: quindi il bugiardo non può che essere Berlusconi! Se dice bugie, è per nascondere qualcosa; e in questo caso cosa?

Salute e …peggio nun nisse.