Stiamo precipitando

Vorrei tanto parlare bene del presidente del Consiglio… o almeno non parlarne male… oppure non parlarne affatto!!!
Ma come è possibile far finta di non vedere, di non sentire?

Berlusconi al congresso del Ppe a Bonn ha attaccato i magistrati e la Consulta con toni durissimi, dicendo: “In Italia succede un fatto particolare di transizione a cui dobbiamo rimediare: la sovranità, dice la Costituzione, appartiene al popolo” e il Parlamento “fa le leggi, ma se queste non piacciono al partito dei giudici questo si rivolge alla Corte Costituzionale” e la Corte ”abroga la legge”. “La sovranità in Italia è passata dal Parlamento al partito dei giudici”. É per questo che la maggioranza “sta lavorando per cambiare la situazione anche attraverso una riforma della Costituzione”. Secondo Berlusconi la Consulta “non è più un organo di garanzia, ma un organo politico, composto per 11 membri su 15 da esponenti di sinistra”, per via del fatto che “abbiamo avuto purtroppo tre presidenti della Repubblica consecutivi tutti di sinistra”. “C’è una sinistra che ha attaccato il presidente del Consiglio su tutti i fronti inventandosi calunnie. Chi crede in me è ancora più convinto. Tutti si dicono: ‘Dove si trova uno forte e duro, con le palle come Silvio Berlusconi?’”.

Berlusconi si dichiara fuori dalla Costituzione e contro la Costituzione, per avere pieni poteri, impunibile, ma neanche giudicabile.

Salute e …peggio nun nisse.