Non c'è più rispetto

Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, anche nella qualità di Presidente del CSM, ha rilasciato la seguente dichiarazione: “…Vanno in sostanza rispettate – in tutti i casi, compreso quello oggi all’attenzione dell’opinione pubblica – l’autonomia delle indagini e l’autonomia degli interventi ispettivi disposti dal Ministro della Giustizia nei limiti dei suoi poteri.
E’ altamente auspicabile che in un periodo di particolari tensioni politiche qual è quello della campagna per le elezioni regionali, si evitino drammatizzazioni e contrapposizioni, come sempre fuorvianti, sul piano istituzionale”.


Ieri sera in una intervista al Tg2 Berlusconi si è detto “assolutamente sereno” perché “gli italiani hanno capito benissimo che siamo davanti all’ennesima inchiesta basata sul nulla, all’ennesimo abuso di intercettazioni a tappeto, all’ennesima violazione del diritto alla privacy e di tutte le regole. L’iniziativa del Csm sconfessata da Napolitano è la dimostrazione dell’uso della giustizia per fini politici”.

Berlusconi non ha capito quello che ha detto Napolitano? [No a contrapposizioni fuorvianti tra le istituzioni; rispettare l’autonomia delle indagini e delle ispezioni].

Napolitano non ha sconfessato il Csm!

Berlusconi invece non rispetta le istituzioni.

Berlusconi si comporta come se fossimo tutti degli idioti e pretende che quello che lui dice sia ineccepibile. Vuol far credere quello che lui vuole, affermando anche l’opposto della realtà!
Così sarà finché c’è una maggioranza di gente che non se ne rende conto e non riesce a distinguere ciò che è vero da ciò che è falso.


Salute e …peggio nun nisse.