Quando i problemi sono reali

Berlusconi con le sue chiacchiere (a reti unificate) e amenità varie è bravo a distogliere l’attenzione degli italiani dai problemi reali, come dal fatto che il nostro Paese è caratterizzato dalla mancata crescita, dalla precarietà e da una mole di evasione pari solo a quella dei paesi del terzo mondo.

Ma c’è chi controlla e valuta…
L’agenzia Standard & Poor’s ha tagliato l’outlook dell’Italia da stabile a negativo, confermando il rating A+ al debito a lungo termine.
L’agenzia di rating sottolinea che «le attuali prospettive di crescita sono deboli e l’impegno politico per riforme che aumentino la produttività sembra incerto». S&P’s ritiene che «la crescente fragilità dell’attuale coalizione di governo renda più impegnativa la tempestiva attuazione delle riforme strutturali più significative che favoriscono la crescita».

Salute e …peggio nun nisse.

Perugia, Italy