Scioglimento record dei ghiacci in Groenlandia

Per alcuni giorni nella prima metà di luglio lo strato di ghiaccio che ricopre la Groenlandia si è sciolto a ritmi mai osservati negli ultimi trent’anni di dati raccolti con i satelliti.
Quasi tutta la copertura di ghiaccio della grande isola, dalle costiere dove il ghiaccio è più sottile fino alle aree centrali, dove il ghiaccio è spesso oltre due chilometri, è stato interessato dallo scioglimento.
Le misurazioni sono state effettuate da tre satelliti indipendenti e analizzate dagli scienziati della Nasa e da diverse università.
Il fenomeno è stato repentino: l’8 luglio solamente il 40 per cento della superficie risultava interessata dal disgelo, quattro giorni dopo era il 97 per cento. Anche la Nasa lo ha definito un risultato «senza precedenti».

I dati satellitari denunciano che le piattaforme di ghiaccio della Groenlandia si stanno pericolosamente assottigliando.
I ricercatori non hanno ancora stabilito se questo ampio evento di fusione avrà un effetto sul volume complessivo della perdita di ghiaccio di questa estate e se contribuirà all’innalzamento del livello del mare.

Salute e …peggio nun nisse.