No all'acquolina in bocca

Una ricerca condotta da Anita Jansen, ricercatrice al Dipartimento di Psicologia Clinica dell’università di Maastricht, pubblicata sulla rivista Psychotherapy and Psychosomatics, ha dimostrato che se si vuol stare a dieta occorre non farsi venire l’acquolina in bocca.


La capacità di non reagire di fronte alle tentazioni si affina con il tempo ed è il risultato di una sorta di circolo virtuoso che si instaura grazie alla forza di volontà di chi riesce a stare a dieta, per davvero. Chi si impegna e riesce ad osservare il regime alimentare prescelto ogni giorno, innesca meccanismi biologici automatici che portano a diminuire o addirittura azzerare la salivazione anche in presenza di tentazioni irresistibili.
Avere poca acquolina in bocca di fronte a cibi calorici significa riuscire a trattenersi più a lungo e meglio dal mangiarli.

Salute e …peggio nun nisse.