Onorare gli onesti

Il guaio vero è che dopo vent’anni l’Italia è piena di berlusconiani col paraocchi, non vogliono sentir ragioni. Tu gli ricordi Mills, All Iberian, Previti, Dell’Utri, falso in bilancio, leggi ad personam, le pressioni sulla RAI, e loro: “Come fai a dire che è un mascalzone?”

E quando quel fazioso di Berlusconi vi dirà che voi siete mossi dall’odio, voi replicate con le parole del grande oratore latino Quintiliano che ricordava “Odiare i mascalzoni è cosa nobile”.

Perché è cosa nobile?

Ce lo ricorda Aristofane ne I Cavalieri, diceva: “Ingiuriare i mascalzoni con la satira è cosa nobile.

A ben vedere, significa onorare gli onesti”.

Daniele Luttazzi da Raiperunanotte del 25/03/2010

Salute e …peggio nun nisse.