Gustave Flaubert

Gustave Flaubert

Quando si guarda la verita’ solo di profilo oppure di tre quarti la si vede sempre male. Sono pochi quelli che sanno guardarla in faccia.

Salute e …peggio nun nisse.

Berlusconi in concerto

BerlusconiBerlusconi in concerto vengono chiamate le affermazioni pompose e forti che fa il primo ministro italiano a riguardo di tutto il possibile e le quali poi vengono parzialmente smentite proprio dagli uomini delle sue fila.

Come uomo di televisione e qualificato oratore, non è in grado di passare accanto ad un microfono senza dire nulla.

Si ha l’impressione che Berlusconi sia un intrattenitore senza un campo di esperienza professionale definito. I dettagli sono di responsabilità dei singoli ministri e del suo braccio destro Gianni Letta, colui che governa de facto da dietro le quinte.

Berlusconi ha delle fasi nei suoi discorsi dove scivola fuori dai binari. Questo è pericoloso, soprattutto per i propri collaboratori, che quindi devono rispondere alle domande dei giornalisti a riguardo di quello che poi effettivamente viene discusso al governo.

– Così il Ministro della Difesa Ignazio La Russa ha smentito l’annuncio del premier secondo cui il governo aumenterà di dieci volte la presenza dei soldati nelle città per rafforzare la sicurezza interna.

BerlusconiDi nuovo Silvio Berlusconi si è fatto notare per le sue affermazioni imbarazzanti:

– “Al fine di impedire gli stupri, ci sarebbe bisogno di tanti soldati quante sono le belle ragazze in Italia. E questo pur con tutta la buona volontà, nessuno potrebbe garantirlo.”

L’indignazione sollevata nei gruppi di femministe, nell’opposizione e sulle prime pagine dei giornali non ha intaccato Berlusconi. Il tutto era solo per fare un complimento alle belle donne italiane, ha chiarito il premier con un tono compiaciuto ormai difficile da sopportare.

– Berlusconi commentando la traballante situazione dei rifugiati a Lampedusa, a riguardo della fuga di massa di sabato scorso dal centro di prima accoglienza, ha detto che non è stato poi così terribile: i rifugiati volevano solo, come spesso sembrano fare, andare a bersi una birra.

Disperazione per le molte persone che si preoccupano dell’immagine dell’Italia nel mondo.

Italia dall’Estero

…come ci vede la stampa estera

Pubblicato martedì 27 gennaio 2009 in Germania su Tagesschau

Salute e …peggio nun nisse.

Una domanda legittima

Ancora sto aspettando la risposta alla domanda che il sindaco di Milano Letizia Moratti ha rivolto a Berlusconi a proposito della vicenda Alitalia: “… Se Cai è una compagnia privata, perché i debiti sono finiti ai cittadini?


É stata riportata su www.corriere.it il giorno
11 gennaio 2009: nemmeno i più miseri portavoce sempre pronti a confondere tutto e tutti si sono degnati di una risposta.

Ora, senza eccessiva polemica, lo chiedo ai simpatizzanti del centro-destra:
– perché, se Cai è una compagnia privata, i debiti sono finiti ai cittadini?

Salute e …peggio nun nisse.

Contro la distruzione della Giustizia

Il 28 gennaio 2009 alle ore 9 a Roma in piazza Farnese per testimoniare contro la distruzione della Giustizia, manifestazione indetta dall’Associazione dei familiari delle vittime di mafia.

Salvatore Borsellino, fratello di Paolo

Il 28 gennaio – affermano i componenti del comitato promotore – potrebbe essere l’inizio di una nuova era in cui potremo nuovamente sentirci orgogliosi d’essere italiani.

Roma, 28 gennaio, Piazza Farnese: Giustizia per i magistrati e democrazia per gli italiani

 

Salute e …peggio nun nisse.

La Medicina deve essere al di sopra dei pregiudizi

Due fratelli medici iraniani impegnati in ricerche sull’Aids e sul trattamento delle tossicodipendenze sono stati condannati rispettivamente a sei e a tre anni di reclusione perché hanno avuto contatti e hanno viaggiato negli Usa per partecipare a convegni medici.

La notizia è stata diffusa dal loro avvocato che ha detto che sono stati condannati in base all’articolo 508 del codice penale islamico, che punisce la “cooperazione con un Paese ostile”.

^

La cooperazione scientifica fra tutti i popoli è necessaria, lo scambio delle conoscenze mediche è fondamentale, la libertà di ricerca è auspicabile e pertanto vanno preservate da ogni tipo di condanna cieca e fondamentalista. Occorre che la Medicina rimanga al di fuori dei pregiudizi sociali, politici e religiosi.

A dicembre l’Unione europea aveva lanciato un appello per la loro liberazione. Il prof. Luigi Dolci, Responsabile del Settore diagnostico Epatiti ed Hiv dell’OCM di Verona, ha proposto che il Senatore Tommasini, presidente della 12° Commissione permanente Igiene e Sanità, metta in atto una raccolta di firme dei medici di tutta Europa.

La mia da subito.

Salute e …peggio nun nisse.

Serve un po' di umiltà, e imparare da chi è più bravo e ha più coraggio

Barack Obama non perde tempo e subito firma alcuni provvedimenti per nuove linee di etica e trasparenza (ha dichiarato “la fine dell’era della segretezza a Washington”). Il neo presidente ha annunciato che congelerà gli stipendi dei dipendenti senior del suo staff che percepiscono più di 100.000 dollari all’anno, indipendentemente dal settore in cui lavorano (“durante questo periodo di emergenza economica, le famiglie stanno stringendo la cinghia e così farà Washington”) e renderà più rigide le norme che riguardano gli ex lobbysti che lavorano al governo. Ha ricordato che operare come pubblici funzionari è un privilegio, ma non significa avvantaggiare se stessi, i propri amici, i propri clienti o gli interessi di qualsiasi organizzazione. Pertanto per esempio nessuno sarà autorizzato a ricevere regali di qualsiasi tipo da lobbysti, non potrà far parte del personale dell’amministrazione chi nei due anni precedenti ha avuto rapporti con i lobbysti, né potrà avere rapporti con le lobby anche dopo eventuali dimissioni finché Obama sarà in carica.

Berlusconi, all’indomani della vittoria di Obama, disse che avrebbe voluto dare consigli al nuovo presidente data la sua anziana età!!
Sono anni che in Italia si parla (o meglio si parlava) di conflitto di interessi, che si discute di moralità nella politica e del bisogno di politici giovani…
Quello che riesco a vedere è l’abisso che esiste tra l’Italia e gli USA e credo che Berlusconi piuttosto che darne farebbe meglio a chiedere consigli al nuovo presidente degli Stati Uniti.

Salute e …peggio nun nisse.

Il Presidente di tutti

“Io Barack Hussein Obama, giuro solennemente di eseguire fedelmente il compito di presidente degli Stati Uniti e che, al massimo delle mie possibilità, tutelerò, proteggerò e difenderò la costituzione degli Stati Uniti. Per questo, che Dio mi aiuti”.

Così Barack Obama è il 44esimo presidente degli Stati Uniti d’America, il Paese che è riuscito a fare della sua diversità la sua forza.

Due milioni di persone oggi gremivano la spianata del Lincoln Mall sfidando il gelo polare per essere presenti a questo evento: l’America è in festa. Fin dai tempi di Martin Luther King la comunità afroamericana mai aveva provato così tanto orgoglio nell’essere parte della Nazione. Obama aveva dichiarato al Washington Post: “C’è una intera generazione che crescerà dando per scontato che il più importante ufficio al mondo è occupato da un afroamericano. Questa è una cosa radicale. Cambia il modo in cui i bambini neri guardano a se stessi. E cambia anche il modo in cui i bambini bianchi guardano ai bambini neri”.

Le sfide che dovrà affrontare sono reali, gravi, numerose e non saranno risolte facilmente o in breve periodo (come lui stesso ha detto); ma è accompagnato da un’ondata di consenso, fiducia e speranza. Tutti dicono che Obama è un uomo saggio e intelligente che saprà agire al meglio.

Con lui l’America si impegna a recuperare consenso morale e leadership ideale.

Buon lavoro e buona fortuna Presidente!

Salute e …peggio nun nisse.

Voltaire

VoltaireLa necessità di parlare, l’imbarazzo di non aver nulla da dire e la brama di mostrarsi persone di spirito sono tre cose capaci di rendere ridicolo anche l’uomo più grande.

.

.

.

.

.

…. figuriamoci chi grande non è

Salute e …peggio nun nisse.

No sex on the first appointment

Secondo una ricerca condotta da Robert Seymour, professore alla University College London, il prolungamento del corteggiamento aiuta nella selezione dei partner: chi è alla ricerca del compagno giusto deve rifiutare di avere rapporti sessuali con il proprio compagno al primo appuntamento.

É stato usato un modello matematico per dimostrare che gli uomini sinceri e affidabili sono pronti ad aspettare anche molto tempo prima di fare sesso con la propria compagna.

Dato che tutti gli uomini vorrebbero andare a letto subito con la partner, la disponibilità di un uomo a corteggiare a lungo è un chiaro segno che si è di fronte a una brava persona.

Naturalmente non è detto che questa tattica funzioni sempre.

Se si è troppo esigenti c’è il rischio di finire come quella vergine il cui testamento riportava: “Quando muoio voglio essere cremata e che le mie ceneri vengano sparse per la casa, almeno così qualcuno mi scopa…”

Salute e …peggio nun nisse.

Più liberi di evadere

I lavoratori dipendenti pagano sempre più tasse, ma tutti gli altri sempre meno. É l’effetto Tremonti, che ha favorito artigiani, professionisti, piccoli imprenditori e il Nord-Est.


Le nuove direttive e priorità indicate dal ministro dell’Economia sono la lotta alla contraffazione, alla concorrenza cinese, all’immigrazione clandestina, al pattugliamento delle coste.

– E l’evasione fiscale? Ma non era questa la missione della Guardia di Finanza ?

Il ritorno dei furbetti fiscali emerge dal calo del gettito dell’Iva, che crolla di quasi 3 miliardi, ma i consumi su cui è calcolata aumentano.

L’aver ridotto la tracciabilità dei pagamenti effettuati ai professionisti, l’abolizione dell’obbligo per gli imprenditori e gli stessi professionisti di tenere l’elenco dei clienti e dei fornitori, la riduzione delle sanzioni per chi viene scoperto a evadere, certamente spingono i contribuenti a pagare meno tasse. C’è inoltre la possibilità che molti contribuenti abbiano scelto di ritardare i pagamenti perché le sanzioni a cui vanno incontro sono ridotte.

I controlli sugli scontrini chiusi con multe ai commercianti sono diminuiti in regioni cruciali del Nord, come Lombardia e Veneto; in compenso, aumentano in Sicilia e in quasi tutte le regioni rosse.

Sarebbero proprio gli italiani che non possono evadere, perché tassati alla fonte, a garantire la tenuta dei conti pubblici.

Da L’Espresso Numero 3 Anno 2009

Salute e …peggio nun nisse.